Presentazione

Data

dal 1 Settembre 2021 al 31 Agosto 2022

Descrizione del progetto

Anche il Cinema è entrato finalmente nel ventaglio delle proposte didattiche che offriamo ai nostri allievi. Come ignorarlo, dato che viviamo nel tempo della multimedialità, immersi in un flusso continuo di immagini in movimento?Il linguaggio cinematografico è uno strumento formidabile per raccontare il mondo e mettere in circolo idee; insegna ad affinare lo sguardo sulle cose, a lavorare insieme. Con una videocamera possiamo catturare la realtà o inventare storie di finzione, documentare ed emozionare. L’esordio della Settima Arte nelle nostre aule è avvenuto in grande stile nel gennaio 2019, quando è partito il cantiere di ‘VISIONI FUORI-LUOGO. La Montagna che r-Esiste’, uno dei progetti vincitori del Bando Nazionale Cinema per la Scuola promosso e finanziato da MIUR e MIBAC. Grazie al cospicuo finanziamento ottenuto, abbiamo realizzato il Docufilm MOVIDA, girato in numerose località della provincia di Belluno utilizzando le attrezzature acquistate con una parte dei fondi del progetto. Durante tutto il 2019, estate compresa, i ragazzi del neonato Laboratorio Cinema sono stati impegnati in una vera e propria produzione cinematografica a fianco di una troupe di giovani professionisti diplomati al Cento Sperimentale di Cinematografia.

Disponiamo, unica scuola del Bellunese, di attrezzature audio e video professionali: videocamera Blackmagic, tre ottiche, filtri, registratore multitraccia, Boom, Mac e monitor per il montaggio video.

Sono già in cantiere nuovi progetti… Ma siccome non ci si improvvisa sceneggiatori, registi, direttori della fotografia, operatori, fonici, addetti al montaggio, in tutte le attività future i ragazzi saranno sempre affiancati da esperti che li accompagneranno nelle varie fasi della progettazione e lavorazione di un video: ideazione del soggetto, sceneggiatura, riprese, montaggio.

 

 

Obiettivi

Che cosa ci proponiamo attraverso il laboratorio cinema:

  • possibilità di costruire percorsi di cittadinanza attiva, in collaborazione con istituzioni e altri soggetti esterni alla scuola;
  • sperimentazione del lavoro sul campo, di una modalità didattica centrata sulla classe-laboratorio;
  • sperimentazione delle modalità e dei processi necessari alla realizzazione di un lavoro collettivo, attraverso tutte le fasi necessarie, dalla progettazione alla realizzazione concreta;
  • coinvolgimento di più insegnanti del Consiglio di Classe e dei Dipartimenti nel percorso di ricerca (es. Storia, Storia dell’Arte);
  • pratica della scrittura ‘in situazione’, ovvero esercizi di realtà, punto di partenza/di sviluppo/d’arrivo di un’idea -  e continua verifica del rapporto di interdipendenza tra parola scritta e linguaggio filmico;
  • riflessione sulla cura necessaria in ogni fase del lavoro artistico, ovvero sull’importanza del lavoro ben fatto;
  • consapevolezza nell’uso della grammatica dell’audiovisivo, oggi il codice di comunicazione più usato,; impiegato in modo consapevole e attivo diventa uno strumento sofisticato di descrizione/conoscenza/rappresentazione del mondo, è in grado di allenare l’occhio e la mente a uno sguardo non superficiale, non stereotipato sulla realtà, soprattutto quando si interseca e dialoga con altri linguaggi;
  • formazione di un gruppo di studenti capaci di trasmettere le competenze acquisite, soprattutto per quanto riguarda l’uso del linguaggio audiovisivo, anche ad altri studenti del Liceo;
  • costituzione, negli anni futuri, di un laboratorio permanente di arti visive – fotografia, grafica… - arricchendolo di altre attrezzature professionali
  • aprire il Laboratorio ad altre scuole e realtà del territorio.
Luogo
Sede Centrale

Via Colombo, 18

Sede di Via Tofana

Via Tofana Prima, 8

Responsabile
Partecipanti

Il laboratorio si rivolge potenzialmente a tutte le classi.
Le attività si svolgeranno prevalentemente in orario curricolare, con alcune uscite pomeridiane.

Servizi associati al progetto